17-18 SETTEMBRE: LA PANIA DELLA CROCE

Il Gruppo delle Panie è un massiccio montuoso situato proprio al centro della catena delle Alpi Apuane. La sua cima principale, la Pania della Croce, è unanimemente considerata la “Regina delle Apuane” per la sua maestosità e riconoscibilità anche da decine di chilometri di distanza. Tale è l’impressione che questa montagna ha suscitato da sempre nell’animo umano che fino all’800 le intere Alpi Apuane venivano chiamate semplicemente “Panie”.

La Pania della Croce emerge aspra e calcarea, intensamente carsificata, dai boschi e dai pascoli montani che la circondano e offre per questo vedute straordinarie, rese ancora più affascinanti dall’affaccio sul mare e sulle isole dell’Arcipelago toscano.

Il trekking che proponiamo ci porta sulla vetta della Pania della Croce.

Primo giorno ( SABATO 17 SETTEMBRE): Si parte dai 1120 m di quota della località Piglionico, in Garfagnan. Da lì risaliremo il fianco orientale della Pania della Croce lungo l’arido e selvaggio Vallone dell’Inferno fino alla cresta sommitale, da dove finalmente ci apparirà il mare! Da qui, un esile sentiero ci condurrà in breve alla vetta, a 1859 m di quota. Affronteremo quindi la lunga discesa sul fianco occidentale della Pania fino alla Foce di Mosceta, un’ampia e verdeggiante conca valliva presso la quale sorge il Rifugio CAI Giuseppe Del Freo, a quota 1180 m, dove pernotteremo.

Secondo giorno (DOMENICA 18 SETTEMBRE): Torneremo verso Piglionico lungo il sentiero che fiancheggia il gruppo della Pania.

Percorso di tipo escursionistico (E/EE): ci troveremo a camminare su sentieri con fondo di vario tipo, anche roccioso (nessuna difficoltà di progressione). È importante essere avvezzi alle lunghe camminate in montagna e alle salite.

Abbigliamento e attrezzatura da trekking
Scarpe da trekking obbligatorie, alte e con suola scolpita
Bastoncini da trekking facoltativi, secondo abitudini
Fasce elastiche / ginocchiere altamente consigliate
Borracce con capienza di almeno 2litri, possibile rifornimento di acqua solo al Rifugio.
Pantaloni lunghi e corti
Felpa calda
Cappello caldo
Giacca impermeabile
Un ricambio completo sigillato in un sacco impermeabile, da indossare in rifugio e in caso di pioggia
Berretto, occhiali da sole, crema solare
Torcia tascabile (nei rifugi di notte viene spesso interrotta la corrente elettrica)
Snack (cioccolato, frutta secca o simili)

Quote guida
Adulti: euro 55
Ragazzi (a partire da 14 anni): euro 45
La quota comprende il servizio di Guida Ambientale Escursionistica (ai sensi della L.R. 42/2000) per entrambe le giornate del trekking.

Questa quota NON comprende:

A)Costi rifugio (n.b. da pagare direttamente ai gestori del rifugio)relativi alla mezza pensione (cena, pernottamento, prima colazione). Bevande ed extra esclusi. ( CIRCA 45 EURO)

Su richiesta il pranzo al sacco per il secondo giorno di trekking può essere acquistato in rifugio (specificare al momento della prenotazione del trekking).

Prenotazione obbligatoria entro Domenica 4 Settembre

Per prenotare chiamare i numeri: 338 704 9192 (Fabio) oppure 320 816 7705 (Stefano)

In caso di maltempo il programma del trekking potrà subire modifiche o l’intero trekking potrà essere rinviato a data da concordarsi in base alla disponibilità del rifugio.

Le informazioni su ritrovo saranno date nei giorni precedenti alla partenza.

Rinuncia
In caso di rinuncia da parte di un partecipante al trekking, la quota sarà restituita con le seguenti modalità:

maltempo: se il trekking viene rinviato a causa del maltempo e il partecipante iscritto è impossibilitato a prendervi parte nella nuova data concordata, sarà restituita l’intera quota
se il partecipante iscritto rinuncia al trekking entro un mese dalla data di inizio avrà diritto al totale rimborso
se il partecipante iscritto rinuncia al trekking entro 15 giorni dalla data di inizio avrà diritto a un rimborso pari al 50% della quota versata
NESSUN RIMBORSO se la rinuncia avviene nei 15 giorni antecedenti l’inizio del trekking